PAROLA PER LA MISSIONE
Spunti di riflessione missionaria
sulla liturgia domenicale

L'EUNTES.NET propone, settimanalmente, a laici, religiose e sacerdoti un itinerario di riflessioni sulla liturgia domenicale in chiave missionaria. Si offrono degli spunti per una meditazione missionaria, personale o comunitaria, sulla Parola di Dio, la quale, in modo costante e sorprendente, continua a illuminare, rafforzare e sostenere il cammino missionario della Chiesa, per la vita del mondo.


FEEDBACK: TESTIMONIANZA E CONDIVISIONE

 
(Messagi e testimonianze si possono mandare a:

info@euntes.netromeoballan@comboniani.org)



Nov.XI.'08
Grazie P. Romeo
Mandami sempre queste riflessioni. sai, spesso le omelie domenicali fanno acqua da tutte le parti
ed arrivare alla celebrazione eucaristica con una chiave di lettura ed una maggiore consapevolezza è sempre meglio.
Buona domenica.
Un fraterno saluto,
P. Claudio Treccani
Animatore del Centro Missionario Diocesano
Coordinatore di BresciaMondo

10.XI.'08
Tante grazie per il sempre tanto apprezzato servizio.
Gianfranco Coffele, sdb (UPS-Roma).
p.s. Lo dico con tempo: peccato che non riesca ad assisterci anche durante l'estate, quando forse maggiore è l'urgenza. - Logicamente tutti capiamo che hai diritto al Tuo più che meritato riposo.


Madrid, 26.XI.2008

Siempre admiré su capacidad de esfuerzo por la perfección. Créame que no se encuentra con facilidad algo tan pulcramente escrito, ni siquiera por los que podemos llamar con propiedad "nativos".
Gracias por su contribución a preparamos en santa espera.
Buen trabajo. Saludos.
Pedro Calleja



Madrid, Mercoledì 17 settembre 2008
Querido Romeo:
Un saludo cordial en esta madrugada de septiembre.
Me ha gustado mucho este comentario de los obreros y la viña. En la novela que estoy escribiendo hay un personaje -una teresiana que está cuidando a su madre, inválida- que dice: "Los méritos no son nuestros, sino de Otro". Sigo pensando que merecería la pena publicar un libro con estos comentarios en clave misionera. Creo que la editorial Mundo Negro lo aceptaría gustosamente.
Un abrazo.
Gerardo González



Caro padre,
Leggo spesso le omelie su "LaChiesa.it", e mi sono soffermato sulla Sua, per la domenica 28/9/2008, e avevo cercato in internet il Suo indirizzo di posta elettronica perché in un primo momento mi era sembrato di capire quasi che Matteo avesse scritto, ricordato, o addirittura attribuite a Gesù parole profetiche riferite alla situazione che viveva lo stesso apostolo in quei tempi, e Le volevo chiedere chiarimenti.

Mi rendo conto invece che quelle parole di Gesù sono profetiche per ogni tempo, anche per il nostro, e sono parole che sottolineano l'aspetto della missionarietà.

Relativamente a questo aspetto, lei dice  che ogni missionario è chiamato a seguirne l'esempio di Gesù, assumendo i suoi stessi sentimenti: amore, umiltà, compassione, dedizione, poiché Egli è la via della missione.

Oltre a questi sentimenti, alcuni sottolineano invece il Suo (e dei cristiani) aspetto attivo, di essere povero in mezzo ai poveri.

Oggi stride l'opulenza del nostro occidente nei confronti del sud del mondo, causata dallo sfruttamento del primo sul secondo. Ed anche, nell'insieme, la ricchezza e opulenza della nostra Chiesa.  A volte si dice che il padre missionario, che più di chiunque altro segue Gesù, italiano o europeo, non riesca più ad essere "povero in mezzo ai poveri" e forse per questo motivo la missione non sempre ottiene i migliori risultati. Mi viene anche da pensare alla cosiddetta teologia della liberazione (ho letto proprio in questi giorni alcuni scritti di fratel Arturo Paoli). Proprio fratel Arturo sottolinea quell'aspetto: la necessità di essere poveri tra poveri (e quello per tutti i cristiani di praticare giustizia-verità-amore).

Lei cosa ne pensa? E quell'esperienza nei paesi del terzo mondo è finita per sempre?

Grazie, cordiali saluti
Agide Fabrizi


Lima 17 giugno 2008

Romeo carissimo,
Almeno ogni tanto ti mando il mio grazie per il servizio della parola di cui mi fai regolarmente partecipe. Grazie di cuore. Le tue riflessioni aiutano molto a focalizzare i testi domenicali in chiave missionaria ed è quello di cui abbiamo bisogno con la nostra gente che vogliamo sempre impegnata sul fronte dell'evangelizzazione. Così, anche se lontano, tu pure puoi sentirti vicino a noi e alla nostra gente. Un abbraccio fraterno
Gaetano Beltrami,
missionario comboniano Lima (Perù)


09 Maggio 2008

Soy el P. Rafael Pérez, estoy encargado del sitio web de Combonianos en España. Te mando un enlace desde donde nos remitimos a Palabra para la Misión. Itinerario de reflexiones sobre la liturgia dominical en clave misionera.

MUY BUENA APORTACIÓN. EXCELENTE SERVICIO MISIONERO. QUE DIOS TE CONCEDA MUCHOS AÑOS PARA QUE PUEDAS CONTINUAR HACIENDO MUCHO BIEN.

Para ver nuestra página de enlace, que hace referencia a tus reflexiones publicadas en EUNTES.net, haz clic en: http://www.combonianos.com/comboni/combonianos/palabra_para_la_mision/p_index.htm
P. RAFAEL Pérez


Es la primera vez que puedo leer en este caso la homilía de un gran amigo el P. Romeo Ballan... Estas palabras me hicieron reflexionar mucho pues atravese en días anteriores una enfermedad de la que recien Sali de hospital yo siempre confie en el Señor y creo que esa firmesa en él han hecho que salga bien y me ponia a pensar si mi hermana que también esta enferma entendiera eso ella no seria tan infeliz no culparia a todos de su enfermedad pues esta tiene un sentido pleno del amor de Dios.

Gracias Padre Romeo por su palabras. Ciao.

Pilar ALVINO Tello (Lima-Perú)

palvinot@hotmail.com


17 Marzo 2008
Carissimo P. Romeo,
grazie del segno di amicizia che mi hai inviato... Trovo il tuo lavoro un buon servizio e un ottimo aiuto per molta gente, specie preti e missionari, sia dal punto di vista liturgico e teologico ma in particolare per l’aspetto pastorale e missionario. Penso che il Signore ti ricompenserà per questa preziosa fatica! Un caro saluto e ancora Buon Anno.
Don Giovanni Gottardi (Prof. Sacra Scrittura, San Zeno Verona)

17 Marzo 2008
Romeo carissimo,
Buona Pasqua! Grazie del tuo servizio puntuale e impeccabile, di aiuto non solo a me ma anche a chi non ha posta elettronica... I tuoi pensieri ci aiutano a dare una luce missionaria all'omelia di ogni domenica: missionario con noi, non solo a parole ma anche con la vita.
Buona Pasqua e grazie!
P. Gaetano Beltrami (Missionario Lima-Perù)