Euntes...


 


HONG KONG - Commissione pastorale del matrimonio e della famiglia promuove l’impegno sociale per difendere la famiglia e matrimonio dopo Congresso della Famiglia di Messico
 

 

HongKong (Agenzia Fides) – Intensificare la formazione dei fedeli, risvegliare la conoscenza e consapevolezza della responsabilità dei genitori nei confronti dei figli, attendere i disegni di legge riguarda la famiglia, aumentare il dialogo con la società sono gli impegni che Commissione Pastorale del Matrimonio e della Famiglia della diocesi di HongKong ha individuato dopo la partecipazione al VI Congresso della Famiglia svolto in Messico. Secondo quanto riferisce Kong Ko Bao (il bollettino diocesano in versione cinese), 5 cattolici di HongKong hanno partecipato il Congresso. Durante il resoconto organizzato dalla Commissione pastorale del matrimonio e della famiglia, è ststao presentato il messaggio del Congresso mettendolo in collegamento con la realtà di HongKong.


Il secondo membro della Commissione sig. Zhang Kai Xian ha detto: “Ciò che mi ha colpito di più è di unire la forza di tutti per la tutela della famiglia e matrimonio. A HongKong dobbiamo far crescere la societа per conoscere da vicino i valori cristiani sulla famiglia e sul matrimonio. In vista della discussione del disegno di legge sulle violenze domestiche, dobbiamo mobilitare fedeli e cittadini a difendere insieme il valore della famiglia”.


Secondo un'altro membro della Commissione, “la società e la gente si stanno rendendo conto dell’importanza della tutela della famiglia. E la testimonianza dei cristiani aiuta in questa direzione. E’ anche questa la nostra missione di evangelizzazione”. Essendo una societа complessa, il prof. Zheng ha incoraggiato la comunità cattolica ad intensificare il dialogo con tutti: “Dobbiamo utilizzare bene la forza religiosa, non per contrastare il valore secolare ma per guidarlo, miglioralo e trasformarlo in forza positiva. Inoltre la tutela della famiglia, sostenuta dalla comunità cristiana, non fa altro che portare benefici alla società”.


(NZ) (Agenzia Fides 04/02/2009)