Mons. Juan Esquerda Bifet




COME PAOLO


 

 

 

«KENOSIS»: SINTONIA CON CRISTO MORTO E RISORTO

 

« Abbiate in voi gli stessi sentimenti che furono in Cristo Gesù, il quale ... u­miliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e alla morte di croce. Per que­sto Dio l’ha esaltato ... »   (Fil. 2, 5-9).

 

    
Il modello è
sempre Cristo Buon Pastore. La sua ke­nosis o annientamento fu per « essere simile agli uomi­ni », per assumere la responsabilità dei nostri problemi, così come era responsabile degli interessi del Padre. La vita cristiana è un continuo « immergersi » o essere battezzato nei modi di pensare del Signore e secondo la sua scala di valori. La vita apostolica accentua questi sentimenti, queste attitudini, questi modi di pensare in quanto apostolici, o di buon pastore. Vita apostolica vuol dire seguire la sorte di Gesù Cristo, sintonizzare con i suoi problemi e farli assurgere al primo posto nella nostra scala di valori. Questo si impara in un dialogo intimo e calmo con il Signore, su di un piano di amicizia e di disponibilità; non si possono raggiungere queste finezze soltanto con l’immaginazione. L'apostolo è un uomo che ha assimilato con esperienza di vita le soffe­renze e la morte del Buon Pastore. Soltanto così si mette in sintonia con i suoi sentimenti ...

    
L'« annientamento » o
kenosis significa che amò to­talmente. Portò così a compimento la missione del Padre, di dare la vita e di riprenderla. L'umiliazione o il sacrificio e offerta come vittima rappresentano una tappa verso la risurrezione. Il servizio apostolico è un servizio di « buona umanità » risorta in Cristo; ma il risorgere è in stretto rapporto con il morire con lui. È un morire per far vivere. È la logica dell'amore. È un evento salvifico insondabile, attuale, sempre nuovo e che ci appartiene perché lo assimiliamo e ne facciamo carne viva. Non si può essere buon pastore soltanto per ornamento. Immer­si in questa realtà di morte e di risurrezione, si rende un servizio agli altri aiutandoli a « passare » (la pasqua) dall'egoismo all'amore, dalle tenebre alla luce. Quando il buon pastore dà la vita goccia a goccia, ammaestra ed aiuta gli altri a vivere la vera vita ...